Un’esperienza unica. Dove sport, solidarietà e amicizia legano in modo indissolubile per una giusta causa. L’Associazione Onlus Sostegno Ovale, affiancata dal Parma Old Pigs e dai Bislunghi di Milano, porta a Londra il ricordo di Filippo Cantoni con una serie di iniziative indimenticabile, resa possibile anche grazie allo Staines RFC, club ubicato nella periferia londinese dove milita Tyrone Sterry, figura che a Colorno ha lasciato un segno.

Nella mattinata di sabato 14 febbraio, sul terreno di gioco dello Staines, si è giocato un charity match tra formazioni Old: il Middle Sex e i Bislunghi, rinforzati per l’occasione da giocatori del Parma Old Pigs e di Colorno. Qui è iniziata la raccolta fondi volta a finanziare le borse di studio intitolate a “Pippo”, in particolare, in quest’ occasione, è stata posta l’accento su un’iniziativa che permetterà ad alcuni atleti del Rugby Colorno di intraprendere un’esperienza in Inghilterra. Il club italiano, a sua volta, ospiterà una rappresentativa dello Staines RFC.

Su due pullman, atleti, amici e sostenitori si sono poi recati alla partita tra Inghilterra e Italia, valevole per il Sei Nazioni 2015. Nell’accogliente club house dello Staines, per l’ora di cena, i presenti hanno assistito alla proiezione di un emozionante video montato dagli amici di “Pippo” a un anno dalla sua scomparsa. Stefano Cantoni ha illustrato brevemente le iniziative de “Il Sorriso che non si dimentica” che l’Associazione Onlus Sostegno Ovale porta avanti con occhio attento soprattutto al mondo dei giovani. La squadra dei Bislunghi, vittoriosa sulla rappresentativa locale, ha ricevuto una targa recante il nome di “Pippo” donata da Luigi Rodi e la compagine milanese, per mano del presidente Giovanni Bordini, ha consegnato una maglia ricordo all’Associazione.

Successivamente sono state vendute all’asta le maglie di Leonardo Ghiraldini, Segio Parisse e Martin Castrogiovanni, indossate nel match contro l’Inghilterra, e di Andrea Masi, utilizzata nella partita d’esordio di questo Sei Nazioni contro l’Irlanda. Battuti anche un pallone e una tshirt dei London Wasps, generosamente messi a disposizione da Carlo Festuccia. Solo dall’asta sono stati ricavati 1955 pound. I presenti hanno potuto gustare una prelibata cena a base di prodotti parmigiani preparata dagli Old Pigs con materie prime di grande qualità, gentilmente messe a disposizione dalle aziende italiane che hanno patrocinato il grande evento. La serata si è conclusa con balli, brindisi e i tipici scambi di cravatte e gagliardetti. Momenti straordinari di rugby e solidarietà sui quali si sta creando un progetto importante che sembra non conoscere confini.
Sulla pagina Facebook de “Il Sorriso che non si dimentica” un album con oltre 100 foto che documenta in ordine cronologico l’intero soggiorno londinese.

Qui invece potete vedere un video realizzato dallo Staines Rugby Club con i momenti salienti della giornata.