Mercoledì 12 luglio, presso il Castello di Roccabianca, è andata in scena la seconda edizione della cena della solidarietà, organizzata da Sostegno Ovale Onlus. Sono stati 300 coloro che hanno aderito alla serata, presentata da Pierluigi Oddi. Ospiti d’eccezione sono stati Don Antonio Mazzi, da sempre vicino alla realtà colornese, che ha portato sul palco le sue testimonianze e spiegato come deve essere il rapporto tra padre e figli e di quanto siano fondamentale, oltre alla scuola, anche lo sport e la musica tra i ragazzi come prevenzione al disagio giovanile, e Gianpaolo Cantoni, che ha fatto divertire il pubblico presente con le sue famosissime barzellette.
La serata è iniziata alle ore 19 circa con la visita del Castello di Roccabianca ed è continuata con l’aperitivo di benvenuto. Di grande effetto è stata la proiezione del video, realizzato per la serata, in cui sono stati presentati tutti i progetti di Sostegno Ovale: “Il Sorriso che non si dimentica”, nato in ricordo di Filippo Cantoni e che prevede l’assegnazione annuale di tre borse di studio, “I Bufali Rossi”, una squadra di rugby integrato formata da ragazzi che hanno subito un break down psicologico, “Adotta uno sportivo”, che sostiene le famiglie in difficoltà economica affinché i figli possano praticare sport e frequentare, durante il periodo estivo, il Summer Camp del Rugby Colorno, “ABC dello Sport” e “Giovani 4.0 – creatività in movimento”, che hanno lo scopo di prevenire le forme di disagio tra i giovani anche dove non vengono riscontrate.
Un grande ringraziamento alla Famiglia Scaltriti per averci aperto le porte del magnifico Castello di Roccabianca, ai comuni di Roccabianca, Colorno, Mezzani, Sorbolo e Torrile, che hanno patrocinato l’evento ai partner dell’evento Al Vedèl, Faled Distillerie, Podere La Berta, Cantine Fèlsina, Bfm assicurazioni, Studio Cedes s.r.l., Cedes Job s.r.l., Madcom, GIA gruppo imprese artigiane di Parma, Silva Editore s.r.l., Azimut s.p.a. e Lanzara s.r.l., ai volontari della protezione civile e all’AVIS di Roccabianca per l’allestimento del palco.
Doverose le parole del Presidente di Sostegno Ovale Onlus Stefano Cantoni: “Gli obiettivi che ci eravamo posti siamo riusciti a raggiungerli: coinvolgere persone e possibilmente anche coloro le quali non siano ancora state raggiunte dall’associazione; comunicare i nostri progetti che hanno come obiettivo i giovani al fine di sostenere loro e le rispettive famiglie nell’affrontare disagi e difficoltà affinché anche un fatto negativo possa trasformarsi in una opportunità, tale da creare positività in tutti gli ambiti della vita; accogliere fondi per continuare a finanziare i nostri progetti”.

Ecco un piccolo video con alcuni momenti della serata